Logo ARAG

Seleziona la tua tutela per:

RICHIEDI INFORMAZIONI GRATUITE AL 045 6260530
o INIVA UNA MAIL A info@tutelalegaleonline.it

OPZIONE SICUREZZA PERSONALE

A cosa serve l'opzione sicurezza personale?

Le prestazioni vengono fornite agli assicurati nell’ambito della vita privata e per i beni immobili di cui siano proprietari o conduttori purché da loro utilizzati ad uso esclusivamente abitativo, nei seguenti casi:

1. Richiesta di risarcimento danni extracontrattuali subiti per reati di terzi contro la persona o il patrimonio, a condizione che sia instaurato un procedimento penale nel quale il responsabile sia rinviato a giudizio.
2. Controversie contrattuali con le Compagnie di assicurazione riferite a polizze CPI (Credit Protection Insurance) e LTC (Long Term Care) qualora l’evento che ha determinato l’attivazione delle polizze CPI ed LTC sia successivo alla data di effetto della presente polizza.
3. Ricorsi avverso la Pubblica Amministrazione a seguito di provvedimenti di diniego o al silenzio in materia di inabilità e invalidità degli assicurati per richieste avanzate successivamente alla data di effetto della presente polizza.


Guarda la scheda tecnica riassuntiva.

   

Quando è utile?

› Per ottenere il risarcimento dei danni subiti da te, dai tuoi familiari o al tuo patrimonio.
› In caso di controversie relative alle polizze a protezione del credito e long term care.
› Per ricorrere contro la pubblica amministrazione per provvedimenti di diniego o di non risposta in materia di invalidità o inabilità.

Alcuni esempi

› Subite un’aggressione da parte di un estraneo e riportate lesioni fisiche.
› Cogliete in flagrante un vicino di casa nell’atto di danneggiare la carrozzeria della vostra macchina. Lo querelate per danneggiamenti e gli chiedete il rimborso dei danni.
› Venite licenziato e chiedete il pagamento delle rate di un finanziamento all’Impresa assicuratrice con cui avete sottoscritto una polizza Protezione del credito (CPI). La Compagnia assicuratrice respinge il sinistro giudicando il caso non in copertura.
› Chiedete a favore di vostra figlia convivente e invalida l’assistente di sostegno a scuola. La Pubblica Amministrazione non accoglie per mancanza di fondi.
› L'amministrazione comunale respinge la vostra richiesta di un permesso di parcheggio per disabili.
› Vi viene rifiutato l'assegno di accompagnamento richiesto per la madre invalida che vive con voi.
› Falsi esattori, poi identificati, hanno riscosso indebitamente una forte somma di denaro.
› L'Ente preposto non risponde alla richiesta di invalidità presentata a seguito di una grave malattia
Quali ambiti ti interessa tutelare?
Più opzioni scegli, più il prezzo è vantaggioso.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Cliccando su invia, accetti la nostra Normativa sull'utilizzo dei dati
(leggi)